Romano Augusto Fiocchi, “La leggenda delle perle di Fiume”

 

di Francesco Sasso

Romano Augusto Fiocchi, di cui abbiamo qui pubblicato un inedito racconto lungo, ha pubblicato La leggenda delle perle di Fiume (Edizioni Cardano, 2007)

In La leggenda delle perle di Fiume, il paesaggio di Pavia è elemento fondamentale del racconto, così come le situazioni drammatiche della sua storia. Si narra di una donna non più giovane (“la donna con gli orecchini ad anello”), appassionata di pittura e dei pittori della sua città, che, mentre rincasava di sera avvolta dalla nebbia, si imbatte nel suo antico e unico vero amore, Walter: un tempo bizzarro pittore, ora un vecchio emaciato afflitto da emiparesi. Inizia per la protagonista una lenta immersione nella bellezza della memoria personale, nella storia autentica di un pittore patriota di Pavia ucciso dagli Austriaci nel 1849, nella leggenda sulla pavimentazione di acciottolato e delle fognature romane della città.

Lo scrittore penetra fra gli elementi della natura e della storia locale, raggiungendo un sufficiente distacco dalla vicenda narrata, con una pacatezza vibrante di emozioni trascorse che permette di liberare da ogni scoria la realtà poetica del passato. In questo racconto la creazione artistica è connessa nell’intimo con la funzione della memoria. Stile sobrio e controllato. 

 f.s.

[Romano Augusto Fiocchi, La leggenda delle perle di Fiume, Edizioni Cardano, 2007, pp.49, € 11,00]

______________________________

[Leggi tutti gli articoli di Francesco Sasso pubblicati su RETROGUARDIA 2.0]

 

Annunci