Brevi norme redazionali per gli autori di saggi e articoli

di Francesco Sasso

_________________________

Gli autori che intendono collaborare con RETROGUARDIA 2.0 devono tenere conto delle seguenti brevi norme editoriali:

L’invio del saggio deve essere accompagnato da una breve scheda bio-bibliografica (facoltativo).

Formato del file: inviare il testo con l’estensione .doc

N.B. Non inviare file .docx

Tipo di carattere: Time New Roman, Arial, Garamond. Evitare altri tipi di carattere.

Righe vuote

Non creare mai righe vuote tra il testo, andare a capo solo quando si intende iniziare un nuovo periodo.

Citazioni (senza andare a capo) e Tagli

Introdurle da (:) e usare le virgolette a sergente doppie (« ») senza spazi. Nel caso di una citazione nella citazione, si procederà come segue: «Qualcuno ha detto che un tale raccontava che “il sole gira intorno alla terra” ma nessuno ci credeva».

Nel testo o nelle citazioni, i tagli sono segnalati con tre puntini di ellissi fra parentesi quadre.

Per i titoli di opere, riviste, giornali usare il corsivo.

Per gli articoli di riviste usare le virgolette («»).

Segni di interpunzione

Tutti i segni di interpunzione non sono preceduti da spazio, ma sono sempre seguiti da spazio (fanno eccezione le doppie iniziali puntate: R.M. Rilke e le sigle di abbreviazione: n.d.a.).

I segni di interpunzione che chiudono le citazioni nel corpo del testo vengono sempre inseriti fuori dalle virgolette.

Gli indicatori di nota precedono sempre i segni di interpunzione, ma seguono le virgolette di chiusura (es.: …come scrive Benedetto Croce1, “il sublime è una sorta di eccellenza suprema del linguaggio”2.)

Accentazione

Prestate attenzione agli accenti acuti di poiché, perché, affinché, né, sé (ma se stesso), poté ecc. Evitare la forma apostrofata del maiuscolo E’: ricorrere alla forma È.

Collegamenti ipertestuali a siti internet

Indicare l’indirizzo completo della pagina web citata

Esempio (valido per il testo e per la nota):

http://www.sitoweb.it/articolo/index.html

Bibliografia, Note, Citazioni di opere

Vanno in corsivo i titoli di libri, singoli saggi e articoli (in rivista o volumi miscellanei), voci di enciclopedie, atti di congressi.

Vanno in tondo fra virgolette ad apice doppio i capitoli e le parti di libri.

Vanno in tondo fra virgolette a sergente le testate di riviste e giornali.

Opere in prima citazione

Esempi:

  • Umberto Eco, Lector in fabula. La cooperazione interpretativa nei testi narrativi, Milano, Bompiani, 1979, p. 37.

Opere in seconda citazione o successive

Esempi:

  • Umberto Eco, Lector in fabula, cit., p. 49.

Se l’autore e l’opera citata sono gli stessi della nota precedente, ma la pagina citata è diversa, si utilizzerà Ivi (in tondo) seguito dal nuovo numero di pagina (Ivi, p. 49). Se autore, opera e pagina citati coincidono con quelli della nota precedente, si utilizzerà Ibidem (in corsivo).

Annunci