“Zibaldoni e altre meraviglie”

[Riceviamo e volentieri pubblichiamo]
______________________________
“Zibaldoni e altre meraviglie”: ebook e nuove rubriche 
per la rinascita di una “rivista letteraria per l’avvenire”
A dieci esatti dalla pubblicazione del suo primo editoriale (dicembre 2002), “Zibaldoni e altre meraviglie” (www.zibaldoni.it), una delle riviste storiche del web letterario italiano, che ha annoverato e annovera, tra i suoi collaboratori, Gianni Celati, Barbara Fiore, Antonio Prete, Massimo Rizzante e molti altri, riprende le pubblicazioni con un sito rinnovato nella forma e nei contenuti, e con il nuovo progetto di editoria digitale “ZiBook”.
Gli “ZiBook” sono ebook in fomrato EPUB, MOBI e PDF, scaricabili dal sito della rivista e reperibili sui migliori store online. Gli “ZiBook” della collana “Ricordanze”, che contengono racconti, poesie, saggi, corrispondono ai primi numeri della rivista, e sono assolutamente gratuiti, mentre gli altri hanno un costo contenuto, pur essendo produzioni inedite e originali. Il primo “ZiBook” della collana “Lontananze” (5,99 euro) è un romanzo per frammenti di Pietro Altieri (“Una disperazione confusa”), acquistabile in tutti e tre i formati sul sito www.zibaldoni.it e sugli store online.
Ma non ci sono solo gli “ZiBook” nel nuovo “Zibaldoni”. Continua, infatti, le sue pubblicazioni la collana cartacea “Questo è quel mondo”, giunta al settimo volume con “Il ricatto del godimento” di Alessandro Carrera, e si inaugura una bella serie di rubriche, che spaziano dalla (ormai rara) critica letteraria di qualità alla narrativa, dalle riscritture ironiche e comiche alle notazioni di costume, dal cinema alla fotografia alla poesia e al disegno.
Da segnalare, tra i primi testi pubblicati, un saggio inedito di Lakis Proguidis, direttore dell’“Atelier du roman”, tradotto da Simona Carretta all’interno della rubrica “L’arte del saggio”, un reportage africano di Barbara Fiore, un’analisi di Walter Nardon di uno dei libri più importanti degli ultimi anni, “Miss Herbert” di Adam Thirlwell, i colloqui apocrifi di Marco Ercolani ispirati a Robert Walser, i “paralipomeni” di Michele Ruele, il “giornale da un solo giorno” di Brunella Antomarini, lo “ZibalDino” di Dino Baldi, le prose di Claudio Morandini, Paolo Morelli, Gianvittorio Randaccio e Giacomo Verri, le prime parti delle rubriche di Ivan Catalano, Stefania Conte, Francesca Andreini, Davide Racca e Stefano Zangrando, e infine l’editoriale di Enrico De Vivo, dal titolo “Sopravvivenza degli Omini con la Scala”, che ripercorre velatamente le vicende dei primi dieci anni di vita di “Zibaldoni e altre meraviglie”, annunciando altresì intenti e progetti di una funambolica “rivista letteraria per l’avvenire”.
Annunci