RETROTECA: Tadeusz Kantor, La Classe Morta

Ricostruzione dello spettacolo in base all’ultima versione manoscritta di Kantor, con registrazioni effettuate fra il 1976 e il 1991.
Trasmesso da RAI5 il 06/04/2015, in occasione del centenario della nascita dell’autore.

RETROTECA: http://www.youtube.com/user/retroguardia

Annunci

Noi Rebeldía 2015.0.1, “Guevara goguEr”


di Antonino Contiliano

.

“Guevara goguEr” (Noi Rebeldía 2015.0.1) è la versione multi-mediale (sebbene, per ora, solo parzialmente rispetto al progetto originario) del testo solo letterario-poetico (plurale e sine nomine) del soggetto collettivo anonimo “Noi Rebeldía 2015.0”. Il testo che, nella sua forma solo verbale, e accompagnato anche da una nota che ne dice finalità e regole condivise) è già in rete (http://www.retididedalus.it/Archivi/2015/giugno/LUOGO_COMUNE/3_noirebeldia.htm).
Oggi, nella sua nuova versione “parzialmente multi-medializzata” (manca dell’intervento musicale e della video art, cosa che era prevista dal lancio iniziale), è messo in rete https://www.youtube.com/watch?v=teLYD_F3j50 (successivamente sarà linkato da http://www.retididedalus.it – il suo luogo d’origine – e su altre pagine web).
Il nome del soggetto collettivo “Noi Rebeldía 2015” così si aggiorna e si scrive “Noi Rebeldía 2015.0.1”. Una dizione di serie cioè che ne esplicita la versione aggiornata e successiva alla sola forma letterario-poetica.
Continua a leggere

La “parresia” ne “I Giganti della Montagna”. Il coraggio di dire-la-verità

conte+ilse2 copia 2La parresia ne I Giganti della Montagna. Il coraggio di dire-la-verità.

Saggio e video dello spettacolo teatrale

______________________________

di Antonino Contiliano

.

Il 30 e il 31 luglio 2014, l’attore e regista Massimo Pastore (aiuto regia: Simona Linares) ha messo in scena il capolavoro incompiuto di Luigi Pirandello, «I Giganti della Montagna». Per inciso, il finale (L’enigma) dell’opera, e sotto forma di monologo (affidato al personaggio di Mara-Mara, interpretato da Giorgia Amato), veniva scritto dallo scrivente.

Il 17 luglio 2014, nei locali del “Carmine” di Marsala, il regista Pastore, in anticipo, oltre a manifestare pubblicamente l’intento e il senso del suo lavoro di regista e di questa sua realizzazione artistica (autofinanziata), annunciava che la rappresentazione teatrale sarebbe avvenuta – il 30 (prima) e il 31 (replica) luglio 2014; ingresso libero e gratuito – presso il Parco delle Cave di S. Padre Perriere (Marsala).

Continua a leggere

Autoanalfabeta University of Utopia: L’invasion des profanateurs #01

Autoanalfabeta University of Utopia – a cura di Lello Voce con Claudio Calia, Gabriele Frasca, Luigi Nacci, Gianmaria Nerli, Massimo Rizzante // in Redazione: Lucia Tundo (testi e ricerche web), Mattia Barbirato (video e montaggio)

Dal 5 luglio su http://www.globalproject.info/it/tags/autoanalfabeta/community

FONTE DEL VIDEO: http://www.globalproject.info/it/produzioni/linvasion-des-profanateurs-01/14693

Giuseppe Panella , “Storia del sublime. Dallo Pseudo-Longino alle poetiche della modernità”

Giuseppe Panella , Storia del sublime. Dallo Pseudo-Longino alle poetiche della modernità, Editrice Clinamen, 2012, € 26,80
______________________________
Nel 1554, l’umanista Francesco Robortelli pubblica a Basilea il testo di un breve e frammentario trattato sul Sublime attribuito a un non meglio identificato retore di età ellenistica dal suggestivo nome di Cassio Longino. Anche se questa attribuzione sarà presto confutata e l’autore dell’opera sarà relegato al più umile rango di Anonimo, non solo il legato critico-filosofico del testo resterà etichettato con quell’attribuzione originaria ma la sua ripresa alla fine del Novecento continuerà a essere indicata come un recupero e una rivalutazione delle tematiche in esso contenute. Tuttavia, in questo volume (ideale continuazione di una ricerca iniziata nel 2005 con “Il Sublime e la prosa”) l’accento non cade tanto sull’analisi dell’opera dello Pseudo-Longino quanto sulle successive applicazioni che ne hanno caratterizzato la fortuna, con particolare attenzione alla storia politica e sociale di un paese come l’Inghilterra dove il legato che si suole definire “longiniano” conosce una nuova fioritura nel 1757 ad opera di Edmund Burke.

“IL SECOLO CHE VERRÀ. Epistemologia, letteratura, etica in Gilles Deleuze” di Giuseppe Panella e Silverio Zanobetti.Venerdì 26 ottobre (Firenze)

Venerdì 26 ottobre 2012 ore 18

presentazione dell’opera

IL SECOLO CHE VERRÀ. Epistemologia, letteratura, etica in Gilles Deleuze

di Giuseppe Panella e Silverio Zanobetti

LIBRERIA IBS (ex Mel Book) FIRENZE
via de’ Cerretani, 16/R

Intervengono UBALDO FADINI e GIOVANNI SPENA. Coordina CAMILLA PIERI per la Editrice Clinamen

Saranno presenti gli Autori

Continua a leggere